Informatica – Il tasto destro del mouse, questo sconosciuto (menù contestuale)

/, Informatica e Web/Informatica – Il tasto destro del mouse, questo sconosciuto (menù contestuale)

Informatica – Il tasto destro del mouse, questo sconosciuto (menù contestuale)

Prima di spiegare mi piace sempre raccontare perchè quello che scrivo, nella maggior parte dei casi, nasce da alcune esperienze quotidiane e dall’interazione con altre persone e con il computer.

Ebbene, alcuni giorni fa ho prestato aiuto ad alcuni amici che avevano problemi e che volevano risolvere piccoli problemi all’apparenza insormontabili; mi rendo conto che il pc possa far “spavento” quando si comporta in modo strano ma quello che mi ha fatto pensare è stato più che altro il rapporto con il mouse.

Il mouse non è un nemico, non è proprio indispensabile visto che tutte le sue funzioni posso essere riprodotte tramite combinazioni di tasti sulla tastiera, è più che altro un dispositivo per “sfaticati” perchè con un paio di click permette di eseguire comandi che richiederebbero vie più lunghe.

Non è il mouse nel suo complesso, bensì il tasto destro a far paura – è come se (da sinistra a destra) oltrepassata la rotellina ci fosse il vuoto e invece non è così.

Il tasto destro del mouse apre quello che in termini informatici viene chiamato menù contestuale ovvero una serie di comandi abbreviati e abilitati a seconda del programma che si utilizza, del file (o cartella) selezionato e del desktop.

Generalmente non si presta molta attenzione al tasto destro e invece quest’ultimo permette di copiare e incollare velocemente un testo, ad esempio, di scansionare un file scaricato, di aprire un determinato programma, di creare collegamenti e cartelle ecc.

Ma non è tutto. Già, perchè il menù contestuale che compare con il tasto destro può essere anche personalizzato e adattato alle proprie esigenze. Certo, non è facile questa operazione, bisogna agire e modificare una parte del registro di sistema ma alla fine la comodità si nota…e anche tanto!

Il tasto destro contiene in definitiva delle scorciatoie…vediamo come è possibile inserirle.

 

Procedura per inserire voci al menù contestuale:
– Premere Start e nella barra “Cerca programmi e file” scriviamo regedit oppure su Start -> Tutti i programmi -> Accessori -> Esegui e da qui eseguiamo regedit.
– Cercare la chiave HKEY_CLASSES_ROOT > Directory > Background > shell.
– Cliccare con il tasto destro (eccolo, ci serve!) su shell, quindi poi Nuovo > Chiave.
– Digitare a piacere il nome della Chiave da assegnare al programma o all’azione desiderata.
– Tasto destro del mouse – Creare una nuova chiave. Assegnare a questa chiave command (scritto tutto minuscolo).
– Selezionare il percorso del file eseguibile da aggiungere, copiarlo (tasto destro del mouse) e incollarlo al posto del valore iniziale denominato Predefinito

ed il gioco è fatto.

 

Perfetto, in questo modo abbiamo aggiunto un programma che non dobbiamo più cercare nel computer per mandarlo in esecuzione e tutto questo grazie al tasto destro.
Il programma comparirà ora nell’elenco quando abilitato altrimenti sarà nascosto e sostituito da altre azioni possibili.
Personalizzazione a parte, il menù contestuale contiene voci come:
– Copia
– Incolla
– Taglia
– Elimina
– Salva come
– Salva con destinazione (permette di cambiare la cartella dove salvare il file)
e tante tante altre, c’è solo l’imbarazzo della scelta…

Dubbi? Domande? Sono qui per qualsiasi chiarimento e sarà piacere rispondere.

Viva il tasto destro!

P.s. Ho usato il mouse per copiare l’intero testo da OpenOffice qui sul blog, evidenziato tutto e poi tasto destro -> Copia, tasto destro -> Incolla nella posizione desiderata.

By |2017-01-01T15:15:13+00:00marzo 21st, 2014|Blog, Informatica e Web|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.